TASI - Come si calcola - Comune di Rodengo Saiano (BS)

Imposte e tasse | IUC - Imposta Unica Comunale | TASI - Tassa Servizi Indivisibili | TASI - Come si calcola - Comune di Rodengo Saiano (BS)

GUIDA - TASI

Come si calcola


La TASI annuale si calcola moltiplicando BASE IMPONIBILE X ALIQUOTA.

La base imponibile della TASI è la medesima che si utilizza per l’applicazione dell’IMU, ossia:

  1. Per i fabbricati iscritti in catasto


è il valore costituito applicando alla rendita risultante in catasto al 1° gennaio dell’anno di imposizione, rivalutata del 5%, i seguenti moltiplicatori:

  • 160 per i fabbricati classificati nel gruppo catastale A (con esclusione degli A/10) e nelle categorie C/2, C/6 e C/7;
  • 140 per i fabbricati classificati nel gruppo catastale B (uffici pubblici, scuole ecc..) e nelle categorie C/3, C/4 e C/5 (fabbricati artigianali);
  • 80 per i fabbricati classificati nella categoria A/10 (uffici);
  • 65 per i fabbricati classificati nel gruppo catastale D (ad eccezione della categoria D/5);
  • 80 per i fabbricati classificati nella categoria D/5 (banche e assicurazioni);
  • 55 per i fabbricati classificati nella categoria catastale C/1 (negozi).

 

  1. Per i fabbricati appartenenti al gruppo D non iscritti in catasto, posseduti interamente da imprese e distintamente contabilizzati


è il valore determinato applicando, all'ammontare dei costi risultanti dalle scritture contabili, al lordo delle quote di ammortamento (alla data di inizio di ciascun anno solare o, se successiva, alla data di acquisizione), i coefficienti fissati anno per anno con Decreto Ministeriale.

  1. Per le aree fabbricabili


è il valore venale in comune commercio alla data del 1° gennaio dell’anno di imposizione, per la determinazione del quale occorre avere riguardo:

  1. alla zona territoriale di ubicazione dell’area;
  2. all’indice di edificabilità;
  3. alla destinazione d’uso consentita;
  4. agli oneri per gli eventuali lavori di adattamento del terreno necessari per la costruzione;
  5. ai prezzi medi di mercato


In caso di utilizzazione edificatoria dell’area o di interventi di restauro, risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia e ristrutturazione urbanistica del fabbricato, la base imponibile è costituita, fino alla data di accatastamento della nuova costruzione o del fabbricato ristrutturato, dal valore dell’area fabbricabile, senza computare il valore del fabbricato in corso d’opera.

Le aliquote sono state stabilite dal Consiglio Comunale e sono:

  • ALIQUOTA 1, 80 per mille unita immobiliari adibite ad abitazioni principali classificate nelle categorie A1 – A8 – A9) e loro pertinenze;
  • ALIQUOTA 1,00 per mille Fabbricati rurali ad uso strumentale dell’attività agricola sia in categoria D/10 che classificati in altre categorie catastali con annotazione di ruralità;
  • ALIQUOTA 1, 80 per mille per tutte le altre tipologie di unità immobiliari, comprese aree edificabili e immobili merce;


La TASI è dovuta per anno solare, proporzionalmente ai mesi dell’anno nei quali si è protratto il possesso o la detenzione. Per la determinazione dei mesi di possesso o detenzione si computa per intero il mese quando il possesso o la detenzione si sono protratti per almeno 15 giorni.

In caso di pluralità di possessori, al fine di semplificare gli adempimenti dei contribuenti, ogni possessore effettua il versamento della TASI in ragione della propria percentuale di possesso, avendo riguardo, per la propria quota, alla destinazione dell’immobile.

Nel caso in cui l'immobile sia occupato da un soggetto diverso dal proprietario (o titolare del diritto reale sullo stesso), la TASI dovuta dall’occupante è correlata alla durata del contratto di locazione o di altro tipo di contratto. In caso di unità immobiliari ad uso abitativo e loro pertinenze locate e/o concesse in uso gratuito, la TASI non è dovuta dall’occupante che vi ha stabilito la sua residenza anagrafica.

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (756 valutazioni)